La sessualità della donna dopo il tumore al seno

La risposta emotiva di una donna al tumore mammario inizia nel momento in cui riceve la diagnosi. I dati indicano che l’incredulità e la disperazione sono le prime reazioni emotive provate dalle pazienti; inoltre, una volta informati i propri cari della notizia, il loro stato emotivo peggiora poiché la percezione del dolore altrui aumenta il senso d’impotenza.

Successivamente arriva il momento di agire sulla malattia e di affidarsi al personale sanitario, con la consapevolezza che una volta iniziato il percorso terapeutico, inizierà la ripresa. I progressi della diagnosi precoce, delle tecniche chirurgiche e dei trattamenti medici si traducono oggi in tempi di sopravvivenza più lunghi per i pazienti oncologici.

Quando nella vita di una persona irrompe il tumore, le donne vivono una crisi esistenziale che mette in discussione la loro identità, i loro valori e la loro progettualità di vita. La crisi è resa ancor più dolorosa dalle trasformazioni fisiche determinate dai trattamenti oncologici che possono portare all’insorgenza di problemi nelle aree dell’immagine corporea, del funzionamento di coppia e sessuale, con peggioramento della qualità di vita.