La sessualità durante e dopo la gravidanza

fioriCertamente la sessualità di una coppia cambia durante la gravidanza. E’ un problema?

image2La prima gravidanza cambia per sempre l’equilibrio di una coppia che non sarà mai più “due” ma si avvia  a diventare famiglia. La o le gravidanze successive avranno un impatto trascurabile rispetto alla prima perchè non cambiano ciò che è  già stato cambiato una volta per tutte.

image3Con la prima gravidanza cambia anche l’equilibrio tra la giovane coppia e le rispettive famiglie d’origine. La suocera diventa nonna con l’aspettativa di svolgere compiti da “vice mamma” come oggi spesso succede quando la mamma lavora, mentre sul bambino che deve ancora arrivare si proiettano le aspettative della famiglia allargata.

image4image5

Certamente l’amore che si porta al bambino è anche frutto di condizionamento sociale perché è necessario che un neonato sia ben accolto, curato ed educato per poter un giorno essere inserito nel suo mondo.

image6

Assolutamente sì! Sono ben note le caratteristiche fisiche comuni a tutti i cuccioli: la testa grande, gli occhi grandi, l’andatura goffa, il sorriso e il pianto e i “suoni di richiamo” che stimolano l’accudimento, quindi la protezione, degli adulti.

image7…perché non potrebbero sopravvivere da soli!

image8La minor frequenza dei rapporti sessuali  è considerata normale, dipende dai cambiamenti fisici e dalla maggior facilità con cui una donna incinta si affatica.  La “fatica” è provocata dal progesterone, l’ormone che protegge la gravidanza in quanto previene le contrazioni uterine; purtroppo però provoca anche ritenzione idrica con conseguenti gonfiori alle gambe e formazioni di varici che rendono meno agile muoversi. Funzionale alla gravidanza è anche il rilassamento dei legamenti della colonna vertebrale ed il cambiamento di postura che riequilibrano il peso della pancia che cresce. Purtroppo questo provoca le lombalgie gravidiche che sono responsabili di tanto malessere.

image9…e fonte di grandi emozioni e aspettative. La gravidanza assorbe tante energie emotive e la sessualità rimane sospesa.

image10

. . . come se non volessero disturbare un processo da cui si sentono un po’ esclusi.

image11image12image13

  • La neo mamma è in debito di sonno perchè i ritmi sonno-veglia del neonato non possono essere adattati a quelli degli adulti.
  • L’allattamento richiede spesa energetica e orari tiranni che non tengono conto della fatica o delle necessità della mamma.
  • La prolattina promuove l’allattamento e abbassa con un meccanismo diretto gli ormoni che facilitano la lubrificazione che quindi si riduce.
  • E’ difficile sentirsi sexy …

image14

Entro le 6 settimane la maggior parte delle coppie riprende una vita intima. L’allattamento e gli intervalli brevi di sonno del bambino continuano ad essere presenti e lo saranno a lungo ma via via si distanziano, la mamma prende confidenza con il suo ruolo e si raggiunge un equilibrio dei ritmi sonno-veglia-allattamento.

image15Gli eventi del parto come episiotomie, lacerazioni vaginali o ferite di un taglio cesareo dopo quattro mesi sono perfettamente consolidate.

image16

Le cause più frequenti di un disagio emotivo che permane durante il puerperio sono i problemi relazionali, la depressione o un disagio sociale come povertà, relazione instabile, trascuratezza da parte del padre o anche sentirsi inesperti a prendersi la responsabilità di un neonato e sviluppare uno stato d’ansia permanente per questo motivo.

image17

Sapere che una cosa è normale porta serenità anche se la difficoltà oggettiva rimane, mentre sapere che è “anormale” è un’informazione indispensabile per affrontare il problema e risolverlo.

image18No, perché l’equilibrio della relazione di coppia, che ora e una famiglia, è cambiato per sempre e certamente per il meglio!